Supermercato PAM Marconi Bologna

Odg delle lavoratrici e dei lavoratori del Supermercato PAM Marconi (Bologna)


Le lavoratrici e i lavoratori del Supermercato PAM Marconi (Bologna), riuniti in assemblea il 24/07/2008 ritengono vergognosa la firma disgiunta da parte di FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL sul contratto del Commercio.

E’ inaccettabile e incomprensibile che non siano stati consultati precedentemente gli iscritti e che non si sia tenuto conto della richiesta, invece fatta dalla FILCAMS-CGIL, dei 10 giorni necessari per consultare i lavoratori.

Non riteniamo percio’ che si sia giunti ad alcun accordo, anzi, questo comportamento ha determinato una frattura gravissima che vede i lavoratori di tutti i sindacati compatti nell’affermare la delusione per quanto avvenuto.

Vogliamo sottolineare che la FILCAMS-CGIL, da sempre attenta e rispettosa nei riguardi di tutti i lavoratori è sempre stata tesa nello sforzo di un accordo unitario perché consapevole che non solo la forza è nel numero ma soprattutto nell’uguaglianza.

E’ per noi quindi improponibile l'obbligatorietà del lavoro domenicale per i lavoratori del commercio, cosi’ come i diritti negati agli apprendisti.

I lavoratori del Supermercato PAM Marconi (Bologna) sollecitano la Filcams Cgil a promuovere iniziative di mobilitazione che permettano il ritiro della firma del rinnovo del contratto, inoltre chiediamo che l’accordo venga approvato attraverso la consultazione certificata di tutti i lavoratori attraverso un referendum.

 

Scrivi commento

Commenti: 0

  • loading